Post più popolari

Visualizzazione post con etichetta La Spezia. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta La Spezia. Mostra tutti i post

venerdì 14 agosto 2020

BOCCA DI MAGRA - IL GOLFO DEI POETI - PUNTA CORVO

 

 
BOCCA DI MAGRA dista solo 2km 🚙🚙 da Ameglia Bassa e dalla nostra dimora a Cafaggio (Vedi: Ameglia)
Questo piccolo centro, situato alla foce del Fiume Magra, di fronte a Fiumaretta, è noto per essere stato il luogo di ritrovo di scrittori e poeti del secolo scorso: 🎓Vittorio Sereni, Cesare Pavese, Elio Vittorini, Giulio Einaudi, Eugenio Montale, Marguerite Duras... 
 
                                        "è la Liguria terra leggiadra
                                        il sasso ardente, l'argilla pulita,
                                        s'avvivano di pampini al sole.
                                        è gigante l'ulivo a primavera 
                                        appar dovunque la mimosa effimera
                                        Ombra e sole s'alternano
                                        per quelle fondi valle,
                                        che si celano al mare,
                                        per vie lastricate 
                                        che vanno in su, fra campi di rose, 
                                        pozzi e terre spaccate,
                                        costeggiando poderi e vigne chiuse.
                                        In quell'arida terra il sole striscia 
                                        sulle pietre come serpe,
                                        il mare in certi giorni 
                                        è un giardino fiorito.
                                        Reca messaggi il vento
                                        venere torna a nascere 
                                        ai soffi del maestrale.
                                        O chiese, come navi
                                        disposte a essere varate!
                                        O aperti ai venti e all'onde
                                         liguri cimiteri
                                        Una rosea tristezza vi colora 
                                        quando di sera, simili ad un fiore 
                                        che marcisce, la grande luce 
                                        si va sfacendo e muore"
EUGENIO MONTALE
                                                               




 
 
Bocca di Magra conserva un'importante testimonianza storico-artistica rappresentata dai resti di una VILLA MARITTIMA ROMANA:  situata all'estremità del borgo attuale, si sviluppava come un insieme architettonicamente mosso, con i diversi ambienti, disposti su terrazze degradanti verso il mare, che si adeguavano alla natura rocciosa del pendio e della scogliera sottostante, oggi interrate. Le fasi edilizie in cui fu edificata la villa si collocano in un arco temporale molto estesa che parte dalla fine del I sec. a. C. ed arriva fino al IV secolo d.C. 
 
 
Il MONASTERO SANTA CROCE DEL CORVO si vede benissimo dal Battello  ⛵⛵⛵ che abbiamo preso per Punta Corvo. Si tratta di un convento dei Carmelitani Scalzi, fondato nel 1176 come Monastero del Corvo. L'attuale complesso residenziale è costituito da un imponente edificio neogotico della fine dell'Ottocento. Dall'antico monastero si conservano i muri perimetrali della Chiesa realizzati in cotto e il vano absidale trasformato poi in cappella. Al suo interno è conservato il famoso crocifisso ligneo romanico chiamato il Cristo Nero. Secondo la tradizione vi soggiornò Dante.  
 

Da Bocca di Magra si può prendere per  ⚓ 10 euro andata/ritorno un battello per Punta Corvo, la spiaggia che è stata premiata nel 2003 come 11a più bella d'Italia. Si può raggiungere anche a piedi percorrendo una scala di 700 gradini da Montemarcello, ma a causa del Covid-19 l'accesso alla spiaggia è limitato a 175 oersone alla volta e non abbiamo trovato posto. Siamo riusciti a fissare la barca e ne è valsa la pena. La Spiaggia si raggiunge dopo aver supoerato Punta Bianca, altro luogo magico:




Si passano anche Rocca Grossa e La Tana del Serpente 🐍, dove secondo una leggenda viveva un terribile serpente marino. 
 
Punta Corvo ha la sabbia nera! E scotta parecchio, ma si scende agevolmente anche a piedi nudi. Molti avevano le scarpette da scogli, ma riteniamo esagerata questa attrezzatura. Fondamentale, invece, portarsi un ombrellino da Spiaggia Libera, perchè il sole 🌕🌕🌕 picchia. ☂☂☂ Da evitare le scarpe da ginnastica👟👟👟, perchè si sbarca con i piedi in acqua.




L'acqua è limpida e fresca e i ragazzi si sono divertiti a farsi travolgere dalle onde. 🌊🌊🌊







lunedì 10 agosto 2020

MONTEMARCELLO (SP): lungo il sentiero, dentro al borgo

 

 
 
Una mattina, dopo aver visitato Ameglia e dopo la prima giornata alle spiagge di Fiumaretta (Vai al Link:Ameglia e Fiumaretta) l'abbiamo dedicata a visitare il Borgo di Montemarcello 🏰, situato sulla cima del Caprione, che domina dall'alto sia il Golfo della Spezia sia la Val di Magra . Secondo la tradizione, sembra che il nome risalga all'epoca romana, ricordando la vittoria riportata sui Liguri dal Console Marco Claudio Marcello nel 155 a. C. Nel 1286 il Vescovo di Luni Enrico da Fucecchio fece erigere delle fortificazioni sul promontorio, tra cui la torre circolare posta all'entrata del paese. 

 
Colpisce la cura del verde, tra le strette e ripide vie del paese, spesso scale. Archi di gelsomini, rampicanti di ogni tipo, ulivi, fiori meravigliosi e curati, che rendono il borgo ancor più bello. Da sempre amo il verde sui muri e accanto alle case 🌱🌳🍀🌿🌻🌺🌼. Dà sollievo nelle giornate calde, dà colore, crea aria buona e fornisce l'habitat ideale per uccelli🐦🐥, insetti e piccoli animali come lucertole e gechi 🐛🐜🐝🐞. Peccato che nelle grandi città non ci sia la cultura del verde, a parte fenomeni di moda "VIP" come il Bosco in Città di Milano, ma qella è un'altra storia, ben lontana da qui. 
 

All'estremità occidentale del paese sorge la PARROCCHIA DI SAN PIETRO, del 1474, ristrutturata nel XVII sec. secondo lo stile Barocco. Al suo interno vi sono conservate alcune opere di pregio: Un TRITTICO del 1400 con la Vergine del Rosario fra San Pietro e San Giovanni, attribuita a c.d. Maestro di Borsigliana (attivo in Garfagnana).

L'INTERNO della Chiesa:

Un'ANCONA (= ancóna s. f. [dal gr. biz. εἰκόνα: v. icona]. – Immagine sacra dipinta su tavola o scolpita in bassorilievo, destinata a essere sovrapposta all’altare, spec. nell’arte gotica e rinascimentale, spesso racchiusa entro una caratteristica inquadratura architettonica - nel qual caso è detta anche pala d’altare-) marmorea raffigurante Gesù, San Sebastiano e San Rocco, attribuita a DOMENICO GAR: "Il primo giorno di febbraio del 1529 si concludeva la lavorazione dell'ancona marmorea che è oggi collocata sulla parete sinistra della navata della chiesa di San Pietro di Montemarcello (foto); si tratta di un altorilievo nel quale i Santi Rocco e Sebastiano, cari alla pietà popolare, affiancano il Volto Santo di Lucca, il cui culto era stato introdotto in questa estrema propaggine di Liguria sul finire del secolo XII con la fondazione del monastero benedettino di Santa Croce del Corvo.
Dall'iscrizione sottostante apprendiamo che l'ancona, racchiusa in una cornice di elaborato intaglio, era stata commissionata dalla comunità (vicinia) di Montemarcello; non è indicato il nome dello scultore ma, analizzando lo stile, esso può essere individuato con certezza in Domenico Gare detto il Franciosino, di cui costituisce la testimonianza estrema, dato che l'artista morì in giovane età nel maggio di quello stesso anno, allorchè aveva raggiunto l'invidiabile traguardo di essere diventato lo scultore di riferimento delle comunità insediate fra la sponda orientale del Golfo della Spezia ed il tratto terminale del Magra: Trebiano, Lerici, Santerenzo, Montemarcello, alle quali va aggiunta Arcola, ove un suo inedito è stato individuato da Lorenzo Principi". da: PIERO DONATI su http://www.cittadellaspezia.com/



Dal 2006 Montemarcello fa parte dei BORGI PIU' BELLI D'ITALIA. 
Anche qui abbiamo trovato una COLONIA FELINA 🐈🐈🐈🐾🐾🐾, per la gioia di Giacomo: 
 
 
La Piazza dove Giacomo ha trovato questo bel gatto, si chiama Piazza XIII Dicembre, punto di ritrovo per gli abitanti del paese, deriva il suo nome da un tragico evento: il 13 dicembre 1944 le bombe 💣💣💣 degli aerei ✈✈✈ americani , forse sganciate per colpire la vicina batteria antinave Generale Chiodo, caddero per errore nel centro del paese: crollarono molti edifici e persero la vita 35 persone. 


 
La vista dal Borgo è spettacolare! sotto a Montemarcello si snodano una serie di sentieri CAI assolutamente da percorrere (ma sono sentieri lunghi ed è bene programmare meglio l'escursione e farla attrezzati al meglio: 

 
Siamo scesi verso la scalinata che porta a PUNTA CORVO, ma a causa del COVID-19 l'accesso alla spiaggia è contingentato e nopn ci è stato possibile scendere... ma noi non ci arrendiamo facilmente e la nostra visita all'11a spiaggia più bella d'Italia è stata solo rimandata di qualche giorno, modificando la modalità di accesso. Abbiamo trovato posto in uno dei battelli che salpano ogni giorno da Bocca di Magra (Vedi LINK:) 

 
Montemarcello è anche sede di un PARCO naturale regionale dal 1995 e di un ORTO BOTANICO SITO DELL'ORTO BOTANICO MONTEMARCELLO molto interessante dove si possono ammirare specie presenti in 4 diferse sezioni: Gariga, Macchia Mediterranea, Pineta di Pino d'Aleppo, Querceto caducifoglie, Piante della tradizione popolare

 
 
Da Ameglia si può arrivare a Montemarcello anche a piedi🚶🚶🚶, percorrendo il Sentiero CAI n° 422, ma la camminata è piuttosto lunga. Noi siamo arrivati a un po' più di metà, superando il BELVEDERE, ma poi il caldo di agosto ci ha stesi e abbiamo deciso di tornare indietro a prendere la macchina. Ma camminare un'ora e mezza, quasi 2 lungo il sentiero è stata comunque una bellissima esperienz ed un modo diverso di vivere il mare qui in Liguria, sfruttando anche i meravigliosi sentieri molto ben segnalati. Ecco le nostre foto della camminata:
 





sabato 8 agosto 2020

AMEGLIA: il Borgo Medievale e FIUMARETTA Beach

 "...se novella vera / di Val di Magra o di parte vicina / sai, dillo a me, che già grande là era. / Fui chiamato Currado Malaspina; / non son l'antico, ma da lui discesi; / a' miei portai l'amor che qui raffina. " 

(Dante, Purgatorio, Canto VIII)

Grazie ai nostri amici Manu, Giovanni e Barbara 👪, quest'anno al mare 🏊 abbiamo deciso di andare ad Ameglia... ma il mare dov'è? Ameglia è situata sulla sommità di una collina e conserva inalterate le caratteristiche di antico borgo medievale. Dall'alto del suo colle domina l'ultima tratta del corso del Fiume Magra e la pianura circostante. Ameglia è stata abitata fin dall'antichità. Infatti è nel suo territorio che sono state scoperte le più antiche tracce di insediamento umano di tutta l'area:

Nel 177 a.C. la fondazione della vicina città romana di LUNI (Vai al link: ) influenzò profondamente la vita dell'intera zona, ma con la fine dell'Impero Romano la città di Luni conobbe, a causa dell'inarrestabile paludamento del suo porto e delle invasioni barbariche, una inesorabile decadenza. Questo portò alla fondazione di numerosi borghi collinari, in posizioni più sicure, tra cui Ameglia. Qui sopra LA NECROPOLI DEL IV SECOLO A.C.: presso Cafaggio. Una Necropoli ligure con numerose tombe a cassetta del IV sec a.C. Il vasellame, i monili e le armature rinvenute attestano la vivacità commerciale della Popolazione Ligure Apuana in stretto contatto con Etruschin e celti. 

Per tutta la durata del nostro soggiorno, abbiamo fatto base presso IL CASALE DEL MAGRA 🏡 di Michele e della sua compagna, sito in Via Don Minzoni 12 in località Cafaggio, Ameglia (SP):

Il cell di Michele per fissare la stanza: 📞 3894833050.

ilcasaledelmagra@gmail.com

C'è anche la pagina FaceBook e Instagram! 

Il Parcheggio 🚙 è situato poco sopra il Casale, raggiungibile con unan comoda scala e gratuito. Attenzione! Per arrivare Mettete nel Navigatore l'indirizzo Via Cafaggio 40, Ameglia, altrimenti, se seguite Google, vi porta in  una stradina talmente stretta che poi ci vogliono la bici e la gentilezza di Michele per tirarvi fuori di lì (a qualcuno è successo...)

Il Casale ha una serie di stanze (in totale mi pare 5) dotate di tutti le comodità: Wi Fi, TV, Frigobar, Phon, bagni con docce, aria condizionata..., un bellissimo giardino curato nei minimi dettagli con gazebo, dondolo e divanetto in vimini e cuscini, lettini, tra ulivi e fiori variopinti, rosmarino, pomodori, basilico... e un simpatico "amico" Ezio, il galletto, che vedete nella foto più sotto con Giacomo. 

Dal terrazzino della nostra stanza, si poteva ammirare il Borgo Medievale di Ameglia, da un lato:

e la Pianura del Magra verso Bocca di Magra e Fiumaretta, dall'altro, con le montagne sullo sfondo, un connubio speciale tra antico borgo, mare, foce del fiume, montagna:

Qui il gazebo dove ci veniva servita la colazione e dove si possono consumare pasti ordinati nei servizi "take away" o panini comodamente imbottiti dopo una sosta al fornito supermercato di Ameglia Bassa.

Da non perdere, la passeggiata tra i profumi dei CARRUGGI, tra scorci panoramici e colori pastello delle case liguri, fino alla Corte del Castello, tra roseti e vedute sulla vallata. Ci siamo stati, a piedi, la prima mattina della settimana: una bella salita all'ombra tra scale e stradine che si inerpicano fino alla sommità del colle. Per la gioia di Giacomo, abbiamo incontrato più di un gatto e siamo passati dall COLONIA FELINA di Ameglia, una caratteristica, quella delle colonie feline, di tutti questi borghi antichi, per evitare l'invasione dei topi. 

 
Il Comune di Ameglia è costituito, oltre che da Ameglia, da 4 frazioni: Bocca di Magra (Vedi link: ), Cafaggio (la nostra "casa"), Fiumaretta (Vedi qui sotto) e Montemarcello (Vedi Link: ). Il territorio è quasi al confine con la Toscana e fa parte del bacino idrografico del fiume Magra, dalle rive del quale si estende fino alle alture del Monte Caprione passando tra zone fluviali fino a quelle costiere, molto suggestive, caratterizzate da pareti rocciose a picco sul mare (Vedi Punta Corvo: ). 

LA TORRE CAMPANARIA (foto qui sopra) caratterizza la vista del borgo. Qui sotto Giacomo si addentra nella COLONIA FELINA:


Il primo documento che ricorda Ameglia risale al 963 in cui venne citato in un diploma imperiale di Ottone I, come possesso del vescovo di Luni. Il feudo fu acquistato nel 1141 in parte da Genova. Poi passò di mano in mano, dai Fieschi ai vescovi lunensi, a Castruccio Castracani, ai Doria e ai Visconti, ai Fregoso, per poi tornare a Genova. Dal 1861 fa parte del Regno d'Italia. Ora è in Provincia di La Spezia.



LA TORRE DEL CASTELLO si erge sulla piazza più suggestiva del borgo. Costruita tra il X e l'XI secolo, poi distrutta da un terremoto e ricostruita alla fine del XIII sec. Fu dimora dei VESCOVI DI LUNI che amministravano la giustizia sul territorio.


La CHIESA PARROCCHIALE DI SAN VINCENZO 💒 è stata edifivata nel XV secolo sui resti di una antica Pieve. E' a tre navate con un vasto presbiterio e al suo interno conserva un trittico marmoreo di Domenico Gar del 1527.

La vista dalla Piazza della Chiesa è mozzafiato!


 

 GOLOSITA' 🍕🍻🍻 da non perdere

Arrivati a Piazza Libertà in AMEGLIA ALTA, si conclude il nostro giro. In questa piazza, al Bar all'angolo con la strada delle auto IL BAR DI AMEGLIA ALTA, il venerdì, sabato e domenica sera, si possono mangiare le squisite FOCACCINE DEL SIGNOR GIOVANNI BOCCACCIO, che vi consigliamo vivamente, CON UNA BIRRA SONO IL 🔝🔝


Dopo la gita al Borgo, occorre fare un tuffo in mare! 

Da Ameglia, le spiagge 🌊 più comode sono quelle di FIUMARETTA che si raggiungono con 2/5 min di auto. 🚗. Si può parcheggiare lungo la strada gratis o spendendo 5 euro nei parcheggi dei bagni. Le spiagge non hanno prezzi esagerati. Noi ci siamo trovati bene al Bagno ELISA, anche dotato di un ottimo ristorante dove Giacomo 

 GOLOSITA' 🍝🍝🐟🐟🐟

ha potuto mangiarsi i suoi adorati SPAGHETTI ALLO SCOGLIO ed è addirittura riuscito a farsene regalare una mezza porzione di BIS! 

Ristorante Elisa Tel. 0187 64 479

Pur se con qualche precauzione anti COVID-19, la spiaggia era piena, il tempo è stato sempre bellissimo e ci siamo goduti il mare, il sole, la simpatica compagnia dei nostri amici, le letture all'ombra, i giri turistici, il buon cibo, i gatti... 

Fiumaretta è posta di fronte a Bocca di Magra, sulla riva sinistra del fiume Magra. Nell'antichità la sua area costituiva il tratto antistante il porto della città di Luni, ma nel corso dei secoli, progressivamente, s'insabbiò. Il borgo attuale risale al 1855 in seguito alle bonifiche della zona paludosa, che si era creata nel tempo, compresa Marinella e il fiume. Questa deliziosa località balneare è un ridente luogo di villeggiatura dove mare e fiume si fondono. Da diversi anni le sue spiagge godono del riconoscimenti di BANDIERA BLU, riservato alla gestione sostenibile del territorio.





 

La passeggiata serale a Fiumaretta, lungo il Fiume Magra.

Alla prossima! Tra poco arrivano le gite a Montemarcello, Bocca di Magra Punta Corvo e Luni Sito archeologico!